Spedizione Gratuita per ordini minimi di €69 

Progetto senza titolo 4

PIUMINI D’OCA COME LAVARLI

Piumini D'oca come lavarli

Manutenzione Piumini D’oca

La manutenzione del piumino d’oca può sembrare un’impresa ardua, ma in realtà non è così!

Basta solo seguire dei semplici consigli, che noi identifichiamo con 5 step, per far si che le trapunte in piuma ed i piumini possano durare addirittura per più di 10 anni:

STEP 1 – ARIEGGIAMENTO: far prendere aria al capo quotidianamente per consentire l’evaporazione dell’umidità assorbita durante le ore notturne;

STEP 2 – SPAZZOLAMENTO: spazzolare soprattutto in corrispondenza delle cuciture in modo da eliminare la possibilità che ci si annidi la polvere, normalmente presente nelle nostre case. Sconsigliato l’uso dell’aspirapolvere;

STEP 3 – SPRIMACCIAMENTO: scuotere la trapunta o il piumino per mantenere una costante distribuzione e voluminosità dell’imbottitura. Scuotere e non battere, per cui niente battipanni;

STEP 4 – LAVAGGIO: da effettuare ogni 4/5 anni, seguendo le indicazioni riportate a corredo di ogni prodotto! Si può scegliere di rivolgersi ad una lavanderia specializzata oppure optare per un lavaggio domestico, in questo caso è importante sapere leggere l’etichetta!!! Giusto per darvi un’idea, di seguito riportiamo ciò che viene indicato per il lavaggio del nostro piumino “GILDA – 100% piumino bianco vergine siberiano, Made in Italy

 

Senza titolo

 

3

 

Lavaggio max 40°: il lavaggio del piumino “Gilda” è fattibile a massimo 40°C, utilizzando un detergente neutro o per capi delicati: a mano o in lavatrice, risciacquando fino a quando l’acqua di scarico non sarà limpida, così da non lasciare aloni soprattutto sui tessuti chiari.

 

 

 

4

 

NO Candeggio: “Gilda” non deve essere candeggiato, non sono quindi da usare prodotti a base di cloro in quanto danneggiano irreversibilmente la piuma.

 

 

 

1 1

 

Asciugatura a basse temperature: questo piumino può essere asciugato in asciugatrice a temperature basse oppure in alternativa lo si può asciugare all’aria aperta, l’importante è che non venga messo a diretto contatto con la luce del sole.

 

 

 

2

 

Lavaggio a secco senza tetracloretilene: è inoltre possibile optare per il lavaggio a secco, in questo caso viene consigliato l’utilizzo di qualsiasi solvente ad esclusione dei tetracloroetilene.

 

5

 

Stiratura a basse temperature: il piumino “Gilda”, avendo il tessuto di rivestimento in cotone 100%, può essere stirato tranquillamente ma sempre a temperature basse.

 

 

STEP 5 – CONSERVAZIONE:

a fine stagione il piumino, o la trapunta in piuma, va riposto in un luogo asciutto, in sacchi o borse di cotone per ripararlo dalla polvere e permettere allo stesso tempo l’areazione; l’ideale sarebbe usare la sua custodia originale, studiata proprio per garantire traspirabilità e protezione. No assoluto a custodie in plastica e sottovuoto, che seppur ci aiutino con lo spazio, non sono salutari per il nostro capo in piuma, impediscono infatti alle piume di respirare e creano una situazione favorevole per batteri e muffe, con conseguente problema di cattivo odore.

La cosa più importante in assoluto prima di procedere con lo step 5, nel caso in cui si fosse effettuato il lavaggio, è quella di essere certi che il piumino/trapunta sia perfettamente asciutto!

Ed ora che hai capito che non è cosi difficile prendersi cura di un capo in piuma, per sapere tutto quello che c’è da sapere sui piumini e sul perché sceglierli non ti resta che leggere il nostro precedente articolo “PIUMINI D’OCA: PERCHE’ SCEGLIERLI?”

Potrebbero piacerti anche:

interior 4181059 1920
Lenzuola e colori

LENZUOLA colorate o candore? Le lenzuola rappresentando un vero e proprio complemento d’arredo che completa, caratterizza e definisce lo stile

Shopping cart

0
image/svg+xml

No products in the cart.

Continue Shopping
logo
Banner 01

Registrati per ricevere uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

Apri Chat
Bisogno d'aiuto?
Ciao.
Possiamo aiutarti?